FOTOGRAFIA . ARCHITETTURA. CITTÀ – CONVERSANDO SULLE TERRAZZE DEL VITTORIANO

from 10 July to 12 September

Monumento a Vittorio Emanuele II – piazza dell’Ara Coeli, 1 (Terrazza Italia). Gli incontri iniziano alle ore 20:30 – ingresso libero fino ad esaurimento posti

 

Conversando sulle terrazze del Vittoriano al tramonto, illustri esponenti del mondo della fotografia contemporanea, insieme a giovani fotografi e critici di storia della fotografia d’architettura, discuteranno alcune delle sezioni tematiche più interessanti della cultura contemporanea, coniugata all’etica dell’immagine e alla ricerca fotografica intesa come bacino di sperimentazione delle più moderne riflessioni tese a “guardare l’architettura e la città“. Attraverso il confronto e il dibattito costruito nella forma di dialogo tra due o più conversatori, si affronteranno le riflessioni più interessanti per la comprensione dell’uso strategico del documento fotografico ai fini della lettura del processo architettonico e delle trasformazioni urbane.

 

PROGRAMMA DELL’EVENTO

10 Luglio, ore 20:30 – Paolo Rosselli

Paolo Rosselli è uno dei più importanti fotografi italiani del panorama contemporaneo. La sua attività prende avvio all’inizio degli anni settanta, dopo aver frequentato lo studio di Ugo Mulas. Ha pubblicato diverse monografie dedicate ad architetti, tra i quali Santiago Calatrava (1996), Rafael Moneo (2009), Norman Foster (2010), David Chipperfield (2011). Tra i suoi lavori più recenti, spesso incentrati sugli aspetti urbanistici e sulla transitorietà dell’immagine delle città, si segnalano Dislocation (2002), Terragni Atlas (2004), The endless city1 e 2 (2007, 2011), Scena mobile (2012)

 

19 Luglio 2018, ore 20:30 – Allegra Martin e Marco Menghi

Allegra Martin, allieva di Guido Guidi, ha un interessante campo d’azione come fotografa indagando “un territorio liberato dal concetto di rappresentazione della realtà”. Tra i suoi lavori recenti si segnalano Cscs, progetto fotografico sul centro di calcolo di Lugano, e Welfare spaces (2011), sugli spazi del welfare in Emilia. Dal 2013 è nella redazione di Exposed. Nello stesso anno ha pubblicato Lido. A sud di nessun nord, cui è seguito nel 2015 Double bind. Le sono state dedicate due mostre monografiche nel 2014, Double bind, Mycamera, tenutasi a Ravenna, e Second choice, a Malmoe. Marco Menghi, giovane fotografo individuato tra le migliori promesse del contemporaneo, dopo aver lavorato nell’archivio milanese di Ugo Mulas, ha studiato fotografia alla School of photography and graphic arts cfp Bauer (2008) laureandosi poi in architettura al Politecnico di Milano nel 2011. Oggi vive e lavora a Milano, interessandosi prevalentemente alla fotografia dei luoghi dell’architettura focalizzata sull’analisi del territorio e i suoi cambiamenti

24 Luglio 2018, ore 20:30 – Guido Guidi e Andrea Simi Guido

Guidi è uno dei pionieri della nuova fotografia italiana di paesaggio, con forti influenze derivanti dal Neorealismo e dall’ArteConcettuale. Si è formato allo IUAV di Venezia e poi al corso superiore di disegno industriale con maestri del calibro di Bruno Zevi, Carlo Scarpa, Luigi Veronesi e Italo Zannier. I suoi scatti sono esposti, tra gli altri, al Guggeheim e al Whitney Museum di New York, al Centre Pompidou di Parigi, alla Biennale di Venezia, al MAXXI di Roma, al San Francisco Museum of Modern Art. Tra le sue numerose pubblicazioni si segnalano le monografie su Carlo Scarpa (1999) e Le Corbusier (2003), e i più recenti Monte Grappa 1985-1988 (2014) e Guardando a Est (2015). Lo accompagnerà nella conversazione Andrea Simi, giovane fotografo freelance e suo allievo

5 Settembre 2018, ore 20:30 – Marco Iuliano e Gabriella Musto

Marco Iuliano e Gabriella Musto hanno studiato i temi della fotografia d’architettura sin dalle prime ricerche presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Napoli Federico II, dove hanno collaborato e conseguito il dottorato di ricerca. Marco Iuliano è professore associato presso la Liverpool School of Architecture, direttore di ricerca del Centre for Architecture and Visual Arts e visiting lecturer presso il Department of Architecture della Cambridge University. Ha pubblicato saggi su architettura contemporanea, cartografia e fotografia di architettura; in questo ultimo ambito ha svolto ricerche su Giulio Parisio e Lucien Hervé. Gabriella Musto è direttrice del Monumento a Vittorio Emanuele II e dell’Abbazia di Montecassino. Ha pubblicato saggi su architettura, fotografia ed in particolare l’estratto dalla tesi del dottorato di ricerca dal titolo: Un architetto dietro l’obiettivo: l’Archivio fotografico di Giuseppe Pagano, nel quale si è occupata del tema dell’uso della fotografia come documento di indagine e studio dell’architettura contemporanea spunto dei temi di conversazione della rassegna proposta quest’anno per ArtCity 2018

12 Settembre 2018, ore 20:30 – Paolo Mascilli Migliorini e Libero De Cunzo

Paolo Mascilli Migliorini si occupa di critica e storia dell’architettura declinata spesso sui temi dell’immagine e della ricerca fotografica. Dal 1982 direttore dell’ufficio catalogo della Soprintendenza BAPSAE di Napoli e coordinatore di numerosi interventi di restauro architettonico. Ha insegnato Storia delle Tecniche Architettoniche e Restauro Architettonico presso la facoltà di Conservazione dei Beni Culturali dell’Università Vanvitelli (S.U.N.). La conversazione avverrà insieme a Libero De Cunzo, fotografo e docente di Fotografia d’ambiente e paesaggio all’Accademia di Belle Arti di Napoli. L’attività didattica, caratterizzata dalla proposta di una maggiore consapevolezza del saper vedere e di una conoscenza del linguaggio fotografico, risulta parte integrante del suo progetto di ricerca. Ha pubblicato: Infiniti possibili: Ravello, Grotta del Sole, Lontano dall’Isola Azzurra, Zone – Napoli/Parigi

more info :

https://www.art-city.it/sedi/vittoriano/eventi/paolo-rosselli.html

https://checkinrome.net/it/fotografia-architettura-citta-conversando-sulle-terrazze-del-vittoriano-2/

 

 

PRIDE PHOTO AWARD

Pride Photo Award invites you to Get Closer

When organisers of Pride Photo Award were looking for a theme for their fifth edition, they were struck by a quote from legendary photographer and founder of Magnum, Robert Capa: “If your photos aren’t good enough, you aren’t close enough.”

APRESENTAÇÃO TOPOGRAFIAS A NORTE FNAC

Fotografia e Território

28/02 SEX 21H30 Norteshoping

VIRGILIO FERREIRA AT 1000 WORDS PHOTOGRAPHY

Being and Becoming

essay by tim Clark

RESIDÊNCIA ARTÍSTICA

Da ideia ao Projecto

Museu da Luz

12 a 17 Abril 2014

TIAGO CASANOVA NO SUPLEMENTO P2 PUBLICO

Variações à volta de uma pérola saturada

 

Pages